Parrocchia - Attività

14ª Raccolta Diocesana

Sabato 17 aprile ha luogo la 14ª Raccolta Diocesana di indumenti usati, scarpe e borse organizzata dalla Caritas di Udine. Il ricavato servirà per una iniziativa di solidarietà. Si raccolgono: abiti, maglieria, biancheria, coperte, scarpe, borse, giocattoli e pelouches. Non si raccolgono: carta, metalli, plastica, vetro, rifiuti e scarti tessili. Possiamo utilizzare i sacchi della Caritas o altro contenitore.

Il foglietto "La nostra Domenica"

La seconda domenica di Pasqua, è chiamata “domenica di Tommaso”. Il mistero dell'unica Pasqua si manifesta dalla corsa di Pietro e del discepolo amato fino all'ostinata incredulità di Tommaso. Essa si annida proprio dentro al collegio apostolico, esattamente nel luogo che riterremmo immune. Non diversamente da Giuda, anche Tommaso sa inquietarci, non tanto per la sua resistenza alla fede, ma per la posizione ufficiale che occupa. Il collegio apostolico ha conosciuto il tradimento quanto ha conosciuto il dubbio. L'incredulità che esige una prova e pretende un segno tangibile non è esclusa da luogo o circolo alcuno. Il dubbio sfiora ogni cuore, ateo o credente che sia, e le parti finiscono a volte per scambiarsi e confondersi.

Il foglietto "La nostra Domenica"

Un orizzonte nuovo è quello che si apre con la Pasqua di Gesù. Non è casuale che il luogo sia Gerusalemme. Da lì tutto era partito con l'annuncio della nascita di Giovanni il Battista. Lì è accaduto ciò che era, fino al mattino di Pasqua, solo un finale straziante, un fallimento cocente, una morte ingiusta e violenta. Ma proprio da lì, dal sepolcro nuovo, inizia la missione della Chiesa, con le donne in veste di “apostole”. Da lì i discepoli raggiungono il mondo intero per donare a tutti la Buona Notizia.

Il foglietto "La nostra Domenica"

Scribi e farisei non mancano, neanche nelle nostre società occidentali. Sono - guarda caso - difensori strenui della famiglia, ma spesso hanno alle spalle famiglie sfasciate. Si appellano ai valori, gli stessi che vengono continuamente minati dai loro commerci, con un incitamento continuo a vivere un'esistenza al di sopra delle possibilità, sganciata da qualsiasi regola, effimera come il bagliore dei riflettori degli spettacoli ad oltranza.

Il foglietto "La nostra Domenica"

La parabola del figlio prodigo o del padre misericordioso è la risposta di Gesù alle obiezioni e ai mormorii dei farisei e degli scribi. Essi non possono accettare che Gesù accolga i peccatori e mangi con loro. Il racconto del padre che perdona si presta per trasmettere un messaggio inaspettato. È strano ed imprevedibile questo padre, che non reagisce come ci aspetteremmo, che non fa funzionare criteri consueti di comportamento, ma si mostra del tutto al di fuori delle regole. Leggi il foglietto in allegato.

Il foglietto "La nostra Domenica"

Per chi desiderasse consultare il foglietto settimanale "La nostra Domenica", lo alleghiamo qui di seguito in formato PDF. Speriamo di riuscire a pubblicare il foglietto sul sito con regolarità.

Settimana di Pasqua

La crisi economica che tutto il mondo industrializzato sta vivendo, ha effetti particolarmente gravi nella nostra zona, da molti anni abituata ad un facile sviluppo ed ora priva di lavoro. I sacerdoti e i cristiani della forania si propongono di leggere la crisi alla luce della parola di Dio per interrogarsi sul senso del lavoro, sull'uso dei beni materiali, sullo sviluppo sostenibile, sulla solidarietà in tempo di crisi economica. La Chiesa locale (quella della nostra forania) dovrebbe far sentire la sua voce ed essere vicina alle situazioni più disagiate.

Feste natalizie 2008

Tante e tante persone quest'anno ci hanno aiutato, e ci stanno aiutando, a vivere con intensità e gioia le feste natalizie. Elisa, Greta, Marco, Nicholas, Enrico, Davide, Gianluca e Maurizio con tanto impegno hanno allestito in chiesa un bellissimo presepio che ci augura la pace e la fratellanza. I ragazzi della Ricreativa ci hanno offerto il brodo caldo e tante altre cose buone alla fine delle funzioni religiose per facilitare lo scambio di auguri fra di noi. Il Coro Parrocchiale, animando con impegno e intensità interpretativa le liturgie natalizie, ha vinto la sfida contro bronchiti, faringiti, tossi, raffreddori e altri malanni di stagione. Alcune persone del Consiglio Pastorale hanno portato gli auguri di Buon Natale alle persone anziane. Alle persone ammalate è stata portata la Comunione a casa. I ragazzi del GGM con la bancarella di solidarietà ci hanno aiutato a ricordarci dei 'nostri' bambini in Bolivia. Un nutrito gruppo di signore, con passione e impegno ha curato la pulizia e l'addobbo natalizio della chiesa. Il Gruppo Liturgico, sempre presente e puntuale, ci ha aiutato nella comprensione della Parola di Dio e nella organizzazione della liturgia. È ammirevole la tanta disponibilità e collaborazione che c'è a Medeuzza.

Facciamoci gli Auguri di Natale!

In occasione della messa della Vigilia di Natale l'Associazione Ricreativa offrirà brodo e brulè a tutti i presenti, così potremo scambiarci gli auguri in allegria riscaldandoci un pochino. Inoltre, dopo la Santa Messa di Natale ci farà visita Babbo Natale in persona per consegnare i doni ai più piccini. Seguirà la consueta Lotteria Natalizia con bicchierata.