Pregare sempre

L'invito del Vangelo è perentorio: non smettere mai di pregare. Anche per vincere la stanchezza, sempre incombente. Così lascia intuire la parabola del giudice pigro: la stanchezza serpeggia nella comunità perseguitata cui l’evangelista si rivolge. Ed incombe pure sulle nostre comu­nità di oggi, non direttamente perseguitate e tuttavia esposte ad un logorìo estenuante, alla sfiducia, alla rassegnazione.

Gratitudine nella salute e nella malattia

Francesco d’Assisi invi­tava i suoi fratelli a ripetere spesso questa espressione: “Restituiamo al Signore Dio tutti i beni, perché tutti sono suoi e di tutti rendiamo grazie perché procedono tutti da lui”. Non c’è niente che non abbiamo ricevuto da Dio. Restituire e ridonare a Dio ciò che egli ci ha donato è professare la fede in lui come Creatore, è esercitare il sacerdozio cosmico proprio dei battezza­ti.

Il ricco, il povero e il cane

Il centro della para­bola non è la condanna dei beni ma­teriali o della ricchezza, ma l’indiffe­renza del ricco di fronte al povero Lazzaro. Indifferenza che porta a un’insensibilità e crudeltà messa in risalto dall’atteggiamento duro del ric­co contrapposto a quello del cane che lecca le ferite.

Meteia - Medeuzza

Poemetto composto dal poeta friulano Galliano Zof in occasione della presentazione del libro: “MEDEUZZA - Le Immagini del Tempo”, il 7 dicembre 1993.

No discarica

Predica del parroco di Medeuzza don Carlo Dorligh, Domenica 28 ottobre 1990.

“Martedì scorso ho ricordato i 13 anni della mia presenza a Medeuzza come parroco. Negli anniversari di fatti importanti,o meno importanti,viene spon­taneo il desiderio di fare valutazioni e confronti. Ricordo bene i tanti problemi del paese che al momento del mio ingresso, ognuno che mi av­vicinava, mi proponeva e illustrava; ricordo anche quello che io pensavo di Medeuzza.

Il piccolo gregge

“Non temere piccolo gregge”. Queste sono le parole che noi oggi abbiamo bisogno di sentirci dire, perché il pericolo è di perdere la spe­ranza per il futuro. Il pericolo è il disorientamento. Non sono pochi i cristiani che di fronte a una diminu­zione di partecipanti alle celebrazio­ni sono colti da paure per il futuro. Il Signore ci dice di non temere per­ché ogni situazione storica è in gra­do di essere assunta e vissuta con forza e novità.

Ottima annata!

20070716a.jpg

Ottima annata il 2007 per Jò Zé e Medeuzza 86! Grandi soddisfazioni ci giungono dai campetti di erba sintetica di Cormons e di Togliano di Torreano grazie a Jò Zé e Medeuzza 86, le due realtà che oramai da qualche anno fanno da bandiera al calcio a 5 amatoriale locale. Ma andiamo con ordine…

Già al secondo anno di partecipazione, Jò Zé sale sul podio nel torneo “4 calci tra amici” conclusosi a Cormons il maggio scorso, classificandosi 3^ al termine di un campionato strepitoso ma non certo privo di insidie. La compagine, formata da veterani del calcio a 11 locale giunti alla “soglia degli anta”, ha saputo non perdersi d’animo anche dopo un inizio non proprio convincente, scandito per lo più dagli acciacchi e dai cigolii delle articolazioni… Ma il girone di ritorno è stato altra cosa! Scesa in campo con una determinazione senza eguali, Jò Zé ha saputo risalire la china tenendo testa anche agli avversari più agguerriti, rendendo così onore alle sfavillanti maglie rosa-nero, gentilmente offerte dall’intramontabile portiere nonché sponsor Ireneo Battilana.

E Medeuzza 86 non è stata da meno! Ripetendo il copione già collaudato l’anno scorso ed approvata all’unanimità la strategia “Play out”, Massimo Ciani e gli altri si sono proposti con esperienza nel torneo estivo “Match Ball 2007”, distinguendosi sia in campo che nei pressi del chiosco adiacente. Conquistata la finale per corale determinazione, Medeuzza 86 ha perduto di misura il gradino più alto del podio, classificandosi 2^ e confermandosi così squadra da battere anche per le future edizioni. Alla pizza di fine torneo non mancava proprio nessuno: giocatori, tifosi nonché lo sponsor Lorenzo Braida, accompagnato da signora e bimbi. Si annota che ai successi di Cormons e di Togliano di Torreano va aggiunta la brillante prestazione al torneo organizzato a Clauiano per la “Festa di Marco” che per i ragazzi di Medeuzza è significata la 3^ posizione oltre che una splendida confezione formato famiglia di ottimo speck… Ma risultati a parte, si può certamente dire che i nostri ragazzi si sono confermati anche quest’anno un encomiabile esempio di onestà ed impegno nello sport ma anche di sincera amicizia e condivisione di valori fuori dal terreno di giuoco.

Che ne dite, ce ne sono di motivi per essere orgogliosi e soprattutto per brindare, vero? E allora, CIN CIIIIIIN…

Annunciatori del Vangelo

Leggendo il Vangelo di Luca, viene spontanea la domanda: a chi è affidato l’annuncio evangelico, agli apostoli o a tutti i discepoli?

Cena Sociale 2007

Il direttivo del Gruppo Alpini invita tutti alla consueta Cena Sociale che si terrà sabato 17 marzo alle ore 19:30. Quest’anno abbiamo deciso di cambiare località e ristorante, ed abbiamo individuato un locale che secondo noi potrebbe soddisfare le nostre esigenze, poiché dispone di un’ampia sala da pranzo che ci permetterà di stare comodi e di poter ballare in ampi spazi (per chi lo desidera). Il ristorante in oggetto è il “Napoleone” sito a Castions di Strada sulla statale Napoleonica.

Bilancio finanziario 2006

E' stato approvato il bilancio finanziario del 2006.

Condividi contenuti